Bulgur con lenticchie

139

Mujaddara مجدرة

By Marzo 14, 2020

Il Bulgur (o Burghul), si usa in tanti piatti e si tratta di grano duro germogliato i cui chicchi vengono cotti al vapore e poi fatti seccare e, infine, macinati.

-----

La Mujaddara è a base di burghul e lenticchie e viene coperto con tante cipolle dorate. E' un piatto che risale a tempi antichi e viene già citato nel libro di cucina, Kitab al Tabikh, scritto a Baghdad nel 1226.

Le usanze legate al piatto sono diverse e spaziano da paese a paese e da famiglia a famiglia.

Dai racconti di mia nonna a Damasco il giorno dell'Hammam, il bagno turco a cui si andava settimanalmente, era un'occasione per mangiare la Mujaddara. L'Hammam dei miei nonni è molto diverso dall'immaginario orientalista, era più che altro un momento gioioso in cui le donne, e rispettivamente gli uomini, dedicavano la giornata a se e al proprio benessere, fisico e psichico. Infatti si andava in compagna, tutte le donne di casa...e finiti i riti del bagno ci si riposava nella stanza principale con tanto di canzoni, cibo e tè.

Da casa si portavano dietro non solo asciugamani, saponi e ciò che serve per il bagno, ma anche la pentola di mujaddara. E chi gestiva l'hammam offriva il tè. Quindi si tornava a casa belli puliti e anche sazi 🙂

 

_________

INGREDIENTI PER 8 PERSONE

Ingredients

Instructions

1. Lavate le lenticchie e mettetele a cuocere in abbondante acqua(io preferisco usare quelle piccole che non hanno bisogno di stare in ammollo) 

           ATTENZIONE: non buttate l’acqua di cottura delle lenticchie!!!!

2. Mentre le lenticchie stanno cuocendo preparate le cipolle (che volendo potete preparare anche in anticipo)

-      tagliate tutte le cipolle a la julienne e friggetele lentamente in olio d’oliva a una temperatura medio-bassa

-       -    per questo procedimento bisogna usare una padella o una pentola di grande diametro per farci stare tutte le cipolle; se non avete padelle grandi fatelo a due fasi. In questo modo le cipolle escono più croccanti

-       -      lasciatele rosolare e mescolate di tanto in tanto

-       -     quando le cipolle sono ben dorate scolatele e mettetele ad asciugare in modo distaziato su carta assorbente su un piatto largo o su di un vassoio

         

3. Si puo’ procedere in due modi

A.      Preparare il burghul con la pentola in cui si sono fritte le cipolle con l’olio rimasto dalla frittura (non tutto però se risultasse tanto)

 B.      Oppure, contemporaneamente alle cipolle, iniziare a preparare il burghul.

4. Lavate il burghul e mettetelo in un colino, buttatelo poi in pentola e fatelo tostare per un minuto. Io uso la procedura B e assieme al burghul metto pure mezza cipolla che preferisco, prima, far appassire.

Una volta passato il minuto aggiungete l’acqua di cottura delle lenticchie. La proporzione è di 1.5 bicchiere di liquido per ogni bicchierei di burghul, quindi per 3 bicchieri di burghul abbiamo messo 4,5 bicchieri di brodo di lenticchia. Se dovesse essere insufficiente aggiungete dell’acqua.

Appena inizia a bollire aggiungete il sale, e poi abbassate la temperatura al minimo e coprite la pentola per una decina di minuti. Passati dieci minuti aggiungete le lenticchie e un quarto delle cipolle precedentemente dorate (c'è chi aggiunge anche l'olio in cui sono state cotte le cipolle) e lasciate ammorbidire a fuoco spento per altri cinque minuti. 

    5.   Impiattate versando burghul e lenticchie in un piatto di portata e coprendo il tutto con le cipolle dorate.

    

 

CON COSA ACCOMPAGNARE IL PIATTO

Un must sono i sottaceti di cetriolo, poi il piatto è spesso accompagnato da una di queste due insalate:

A - cetrioli e pomodori, entrambi tagliati a cubetti + menta secca + olio/sale/limone

B - yogurt in versione arricchita: yogurt+cetrioli+menta secca+un pizzico di sale

Print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Like
Close
Profumi di Damasco © Copyright 2020. All rights reserved.
Close